02. Discorso (Varna, 1903)

Un saluto a tutti i miei fratelli! La pace sia con tutti voi!

Dunque, ho convocato voi da tutta la nazione affinché siate testimoni e portatori di luce. Io vi conosco per nome. Da lungo tempo tutti i miei sforzi sono stati rivolti a prepararvi per il grande lavoro divino, a sviluppare le forze della vostra anima e ad aprire la vostra mente affinché comprendiate le dolci vie del Signore. Ciò richiede grandi sforzi, che io ho compiuto per il vostro bene, per salvarvi da un’imminente distruzione.

Questa nazione, in cui siete stati inviati da me, non è sviluppata spiritualmente; ma non temete, vi sono dei germi buoni. Io voglio che voi raccogliate i frutti dei vostri sforzi. Gioite maggiormente, poiché Dio ha scritto i vostri nomi sul libro della Vita.

Io sono sempre stato presente fra voi e vi ho sempre guidato. Vi sono vicino nei momenti difficili e dolorosi della vita. Sì, il grande Padre celeste desidera il vostro bene. Quanto è buono e dolce, Lui! Dall’alto Egli ha riversato ogni giorno la Sua grazia  per sostenervi! Oggi, ascoltatemi: voi guardate al futuro in modo cupo, esitate spesso, temete il peso delle prove e spesso pensate che il male sia incurabile e che Dio abbia smesso di ascoltarvi e di confortarvi. No, non accogliete un simile pensiero nella vostra mente. Può Dio, il grande e dolce Padre, dimenticarsi dei propri figli? Sappiate, invece, che il Suo Amore per voi e per questa nazione è più grande di quanto fosse in precedenza. Le vostre anime sono preziose ai Suoi occhi. Egli ha molti figli in questa nazione, e perciò voi siete stati inviati per aiutarli fino a quando non si fortificheranno nello spirito. La mia via è aperta dinanzi a voi. In ogni circostanza io sono con voi per aiutarvi. Io sono venuto per stabilirmi e vivere tra voi. Io farò in modo che ogni cosa si trasformi in bene.

Il destino di questa nazione, che voi amate, è nelle mie mani, e io agirò a seconda della sua condotta. Non abbiate paura, io non ho intenzione di distruggervi, ma di ricostruirvi. Io sono venuto per distruggere il male e per rimuovere il peccato e il crimine dal cuore di questi uomini. Già voi vedete le mie azioni, il mio Spirito mostra la propria forza. Io lavoro, e anche voi lavorerete per quanto vi è concesso secondo la forza e il desiderio della vostra anima. Avete bisogno di altro tempo. Pregate Dio, ed Egli rinforzerà la vostra debole speranza. Voi vi preoccupate troppo del vostro fabbisogno quotidiano. Non temete, tutto ciò che vi serve nella vita è già predisposto per voi. Forse che non raccoglie colui che semina e non riceve colui che fatica? Tutte le ricchezze della terra sono a vostra disposizione, Dio ha lasciato per voi le cose più belle della Vita. Se compiete la Sua dolce Volontà, di per sé tutto il resto vi sarà dato. Ma, innanzi tutto, abbiate più Amore per Dio e per i vostri fratelli, e più sincerità e franchezza: questa per me è la cosa più gradita.

Io desidero vedervi ogni giorno e che voi mi vediate ogni giorno, ma le vostre anime sono ancora deboli per sopportare la Luce celestiale della mia presenza. Io devo sempre manifestarmi a voi in base alla condizione del vostro spirito. Ascoltatemi, fratelli miei, voi, figli del Dio Vivente: la conoscenza e la saggezza che vi viene trasmessa serve a sostenervi. Dite la Verità pura e semplice: siete pronti a fare ogni cosa per me o c’è ancora qualcosa che vi ostacola? Io sono pronto a fare tutto per voi, e in me voi avete il vostro migliore amico nel Cielo.

Vostro Signore Gesù.

Domenica 10 agosto 1903, Varna.

 


Il testo bulgaro originale utilizzato per questa traduzione si trova nel libro  

Той иде – Начални Слова от Учителя в периода 1896-1904

(Egli arriva – I primi discorsi del Maestro, negli anni 1896-1904)

Edizioni Bjalo Bratstvo, Sofia, 2004 (pagg. 193-194).

Traduzione a cura di Valentina Gencheva e Michele Antonio Salvemini